Organizzatore
JANSSEN - CILAG SPA (BY TREND SOLUTIONS SRL)
Tipologia evento
PROGETTO FORMATIVO CON SPERIMENTAZIONE DELL'EFFICACIA FORMATIVA
Titolo
COMPORTAMENTO SICURO IN LABORATORIO
Data
14 marzo - 02 agosto 2017 / 09:00-13:00
SESSIONI DA 2 O 4 ORE NELLE DIVERSE FASI
Luogo
SEDE AZIENDALE JANSSEN
VIA CARLO JANSSEN LATINA
LATINA
04100
Mappa
Sto caricando la mappa ....
Contatti
 Giovanna AlvaroTrend Solution srlTel. 06 72633028e mail alvaro@trendsolutions.it
Descrizione
 

Il progetto di aggiornamento  proposto è stato rivolto ai lavoratori impiegati in attività di Laboratorio: Analisti, Analisti Coordinatori, Managers – pertanto identificati quali lavoratori esposti  a rischio chimico.  L’analisi del fabbisogno formativo,  le caratteristiche dei partecipanti e la particolare peculiarità dell’attività svolta ha evidenziato l’opportunità di progettare un’attività formativa finalizzata ad intervenire soprattutto sul piano dei comportamenti piuttosto che  sulla trasmissione di ulteriori contenuti tecnici. Pertanto abbiamo strutturato  un intervento formativo sperimentale, ideato seguendo il ciclo della ricerca empirica (Osservazione, Induzione, Deduzione, Testing, Valutazione). Alla luce di tali premesse il nostro progetto di intervento è stato impostato come una vera e propria “Ricerca-Azione”,  con l’obiettivo di verificare nel campo l’effettiva relazione tra rischio presente e azione dei lavoratori, al fine di identificare, successivamente, le linee di intervento atte a rendere maggiormente aderenti alla realtà i processi di percezione individuale del rischio. abbiamo previsto e condotto un kick off meeting. una sessione di osservazione comportamentale in laboratorio, una fase di debriefing in aula (lezione frontale).

Tutta l’attività proposta è stata sottoposta ad una valutazione sperimentale dell’efficacia formativa partendo dalla consapevolezza dell’importanza strategica assunta dalla formazione come strategia di prevenzione.  La sperimentazione condotta  ha previsto una valutazione su diversi livelli e con diversi obiettivi valutativi.

Tutta l’attività condotta, come precedentemente accennato, è stata sottoposta ad un processo sperimentale di valutazione dell’efficacia formativa.

Il punto di partenza della sperimentazione si basa sull’ipotesi di un modello possibile di valutazione finalizzato al superamento del testing standard (apprendimento e gradimento) per arrivare ad una valutazione di tutto il processo formativo, nelle sue diverse fasi di composizione, ed  infine ad una possibile valutazione auto-condotta da parte dei singoli partecipanti (meta-valutazione).

Gli approcci più attuali al problema ritengono infatti la valutazione assimilabile ad un Sistema Aperto, identificandola come una fase del processo globale di apprendimento, e suggeriscono di valorizzarla anche mediante la misura del cambiamento e  della capacità di innovare una determinata situazione.

Partendo da tale considerazione la nostra sperimentazione, pertanto, ha previsto la realizzazione di un modello valutativo capace di operare non solo un confronto tra gli iniziali obiettivi formativi - aziendali e individuali - e i dati di apprendimento come emersi dai test standard, ma anche di considerare con medesima cura il processo relativo al riesame individuale dei propri obiettivi di apprendimento relativamente a quelli effettivamente raggiunti, per fissarne di nuovi nell’ottica di un processo di life long learning. Tale ultima fase determina quindi, con tutte le complicanze del caso, il passaggio da un modello di etero-valutazione ad uno di auto-valutazione. Nella prossima chiusura formale del Progetto (2/8/2017) saranno coinvolti oltre ai referenti aziendali anche  tutti i partecipanti all’attività formativa nonchè i Managers di altre funzioni organizzative. Il claim del momento celebrativo finale sarà: "SIAMO PRONTI PER IL VIAGGIO, COSA METTIAMO IN VALIGIA"?

La Finalità di tale momento conclusivo sarà quella di supportare lo sviluppo di un approccio aziendale sistemico e sistematico nella promozione del coinvolgimento attivo e del senso di responsabilità di tutti i Lavoratori, per facilitare la diffusione ed il consolidamento di una cultura generativa della Sicurezza a tutti i livelli.

 

 
Destinatari
ANALISTI, SUPERVISORS, COORDINATORI DI LABORATORIO CHIMICO
Possibilità di partecipare
Evento aziendale
Persone coinvolte
85